ON AIR SUI 94.30 MHZ
NETWORK
Traccia corrente

Titolo

Artista

Programma attuale

Nova by Night

00:00 04:00

Programma attuale

Nova by Night

00:00 04:00


Let it rock 103: Everything is free. FILE ASCOLTABILI

17 Aprile 2016

 

Prima parte

Seconda parte

Pagina facebook

Logo Let it Rock

Benvenuti a Let it rock n. 103.

Nel 2001 Gillian Welch pubblicò l’album “Time (The Revelator)” che conteneva la canzone ‘Everything is free’, scritta sull’onda delle accuse a Napster.

Il testo è in parte un’amara riflessione sulle difficolta di guadagnarsi da vivere nell’epoca del ‘tutto è gratis’, ma anche una (ri)affermazione del potere dell’artista, in questo caso del cantante, sul fruitore della sua arte: l’artista, se e quando vuole, può interrompere la condivisione della propria arte col suo pubblico:

‘And sing a little love song
My love, to myself
If there’s something that you want to hear
You can sing it yourself’

Per approfondire l’argomento:

http://www.npr.org/2009/12/03/121061383/the-decade-in-music-how-musicians-create

Questa settimana vi propongo alcune novità che per questioni di tempo non sono riuscito a farvi ascoltare nella puntata precedente.

“Rolling on”proviene dal nuovo album di Peter Wolf “A cure for loneliness”, uscito a 6  anni di distanza da “Midnight souvenirs”, a sua volta distante 8 anni da “Sleepless”.

Non si può dire che l’ex cantante della J.Geils Band sia un’autore prolifico, ma senza dubbio tutti questi 3 dischi sono dei piccoli capolavori di rock ‘classico’.

I Black Mountain hanno da poco realizzato il loro quarto album, intitolato con molta originalità “IV”.  Anche il gruppo canadese ha atteso 6 anni per pubblicare questo disco, da cui vi faccio ascoltare “Crucify me”,

“Trouble will soon be over” fa parte della scarna produzione del grandissimo bluesman Blind Willie Johnson, la particolare versione di Sinead O’Connor proviene da “God don’t never change”, una raccolta di cover pubblicata dalla Alligator Records, etichetta specializzata nel blues in tutte le sue sfaccettature. Non tutte le cover sono dello stesso livello, ma il disco è davvero bello e lo consiglio a tutti gli appassionati di blues e a chi volesse avvicinarsi a uno dei grandi del blues pre-bellico.

Che potrebbe diventare famoso anche al di fuori del nostro sistema solare, visto che la sua “Dark was the night, cold was the ground” è stata inserita tra i 27 brani musicali caricati sul Voyager 1 nel 1977.

“Changes” dà il titolo all’ultimo album di Charles Bradley, ed è una grandissima cover, anche questa, del brano contenuto in “Volume 4” dei Black Sabbath, a cui dona una vernice soul davvero splendente.

Da “Wizard” dei Black Sabbath a “Trampled under foot” dei Led Zeppelin, la seconda parte della puntata non lascia un’attimo di tregua, passando da “Cat scratch fever” di Ted Nugent a “Tell mama” degli inglesi Savoy Brown a “Cum on feel the noize”, il brano probabilmente più famoso  degli Slade, anch’essi provenienti dalla perfida Albione.

Jesse Malin l’ho visto dal vivo a Brescia lo scorso 8 Marzo, e il video che trovate linkato sotto proviene proprio da quel concerto. Jesse ci visita abbastanza spesso, e vi consiglio caldamente di andarlo a vedere se vi capita!

L’ultima canzone della prima parte è un estratto dall’ultimo disco di Southside Johnny & The Asbury Jukes, uscito nel 2015 e intitolato “Soultime”: mai come in questo caso il titolo dice tutto, per uno dei lavori migliori del “soul brother” di Bruce Springsteen.

Buon ascolto!

Playlist:

Gillian Welch & David Rawlings – Everything is free

Jesse Malin – Cigarettes and violets

Peter Wolf – Rolling on

Black Mountain – Crucify me

Sinead O’Connor – Trouble will soon be over

Southside Johnny & The Asbury Jukes – Don’t waste my time

Charles Bradley – Changes

Black Sabbath  The wizard

Ted Nugent – Cat scratch fever

Savoy Brown – Tell mama

https://www.youtube.com/watch?v=CGh3mHnWeSI

Slade – Cum on feel the noize

Led Zeppelin – Trampled under foot

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *