ON AIR SUI 94.30 MHZ
NETWORK
Traccia corrente

Titolo

Artista

Programma attuale

Nova by Night

00:00 04:30

Programma attuale

Nova by Night

00:00 04:30


Il 22 marzo è uscito “Missing Hugs”, il nuovo singolo di Fabio D’Amato

9 Aprile 2021

A pochi mesi dall’uscita del suo EP dal titolo “Instants” e dai singoli  “Alice 2” e “Power”, il 22 marzo è uscito “Missing Hugs” il nuovo singolo di Fabio D’Amato, che ripropone un tema molto sentito in questo periodo di difficoltà di portata mondiale.

Un nuovo brano con cui il compositore torna a manifestare una viva attenzione al mondo e alla società che lo circonda. La regia e l’idea è di Koody, un giovane regista milanese: protagonista  è l’uomo contemporaneo, immerso in una realtà inesorabilmente mutata a seguito della pandemia. Uno spaccato di vita vissuta in preda alla depressione, all’irrequietezza e a impulsi di distruzione e di autodistruzione, causati dalla solitudine.

Oggi la costante sensazione che manchi qualcosa di essenziale, il senso d’incompletezza, di smarrimento che accompagna spesso le nostre giornate, si accentua a dismisura in un periodo in cui le persone sono private anche del semplice contatto fisico, gli abbracci mancano come se mancasse l’aria.

Nel ruolo del protagonista, un grande interprete, Andrea La Greca, attore, doppiatore, speaker pubblicitario la cui voce è nota per i numerosi spot nazionali di brand prestigiosi; Andrea è inoltre molto noto sulla piattaforma TikTok, dove vanta 8,5 milioni di “mi piace” e  più di 350 000 follower.

Dal punto di vista artistico, “Missing Hugs”  è caratterizzato da un mood molto essenziale, le note di piano vanno a creare una melodia romantica, malinconica che trascinano lo spettatore verso una dimensione intima, quasi onirica, sospesa.

La melodia lascia, quindi, spazio ad un arpeggio di synth elettronico, mentre il piano continua più martellante fino al crescendo, culmine del brano in cui  entrano archi e voci liriche a dare maggiore enfasi al momento emotivo, per poi tornare ad un tono di maggiore intimità  e concludersi con un finale di note alte, pestate, quasi rabbiose.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *