ON AIR SUI 94.30 MHZ
NETWORK
Traccia corrente

Titolo

Artista

Programma attuale

Dolce Alice Live

21:00 23:00

Programma attuale

Dolce Alice Live

21:00 23:00


L’importanza della donazione del sangue in una canzone:

16 Ottobre 2021

“Non è mai abbastanza” è il titolo del brano che Lorenzo Iuracà e Mikol Zanni hanno realizzato a quattro mani per raccontare l’importanza della donazione del sangue ai giovani. Lo stesso brano, con il contributo aggiuntivo di Veronica Metalli ha dato vita al videoclip che contiene la narrazione di una storia di ordinaria, quanto di straordinaria amicizia, e non si tratta di un paradosso, ma solo della mancata consapevolezza del bello e buono che ci circonda e di quanto possa essere significativo un piccolo gesto per fare la propria parte, senza attendere il momento in cui si è costretti a riconoscere la meraviglia del quotidiano e a misurare l’importanza delle relazioni della nostra vita.

Avis Comunale Livorno ha scelto la canzone come mezzo di comunicazione per la campagna di sensibilizzazione alla donazione del sangue rivolta ai giovani. La musica come strumento di diffusione di un messaggio che stimoli le coscienze ed educhi alla cultura del dono, affinché possa trasformarsi in azione concreta, che appunto: non è mai abbastanza!

Lorenzo Iuracà e Mikol Zanni raccontano come le cose che accadono possono trovarci impreparati, soprattutto di fronte a scelte che ci impongono di dover vincere la paura, per scoprire… che da temere è l’immobilità e l’ignoranza, poiché donare non può che essere gratificante.

Tutto è partito da iPERi Recording Label e da Lorenzo Iuracà che alla proposta di Avis Comunale Livorno, ha risposto coinvolgendo Mikol Zanni, già nel roster dell’etichetta con il progetto musicale “ IKO” e con il quale aveva collaborato in passato.

Ascoltando il brano “Non è mai abbastanza” si riesce a percepire tutto il mondo musicale dei due cantautori, che pur mantenendo le rispettive personalità trovano un sound comune legato ad una sonorità riconducibile agli anni 90’ , un brano dal temperamento rock, con accessori rap e trap, e tuttavia, dall’animo cantautoriale, al quale collabora in studio con la sua chitarra anche Nicola Barontini.

Racconta Mikol:- “io e Lorenzo si può dire che rappresentiamo una doppia coscienza del protagonista, che sia nella canzone che nel video, si trova costretto da un bisogno del cuore a dover vincere la paura, non si sa di cosa possa avere paura se degli aghi o se di non risultare idoneo, c’è una storia che vi lasciamo il piacere di scoprire”.

“Parole e musica nascono insieme, e poco dopo anche la sceneggiatura del videoclip. L’idea era appunto quella di accentuare il tema della paura nel bridge, per poi concentrare brano e riprese sui dialoghi della coscienza e sulla sacca di sangue, per evidenziarne i vari passaggi e per ricordare l’impegno di tante figure professionali, di volontari e donatori”:- conclude Lorenzo Iuracà.

Scritto il brano e con una bozza di sceneggiatura i due cantautori hanno coinvolto Veronica Metalli (VM Photo Lab) che ne ha curato riprese e montaggio ed ha collaborato con i due cantautori livornesi all’organizzazione del casting, al quale hanno risposto numerosi da ogni dove, benchè poi il cast finale, soprattutto per quanto riguarda gli attori adulti, è risultato formato per lo più da artisti già conosciuti nella scena musicale e attoriale locale.

Al videoclip hanno preso parte oltre a Lorenzo Iuracà e Mikol Zanni nel ruolo delle coscienze, Gabriele Puccetti e Filippo Romano nel ruolo principale di Gabriele, Valentina

Caturelli e Giulia Caroppo nel ruolo di Valentina, Alex Bimbi e Vittorio Lorenzo Falchi nel ruolo di Alex ed in fine Elisa Heusch e Celic Avila Ticchioni, nel ruolo di Elisa. Trucco e dettagli di scena a cura di Veronica Tabarrani.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *